L’insegnante di sostegno gestisce i rapporti con la famiglia, costruendo un rapporto di fiducia e scambio, mirato alla restituzione di una immagine dell’alunno che ne comprenda le difficoltà, ma soprattutto le potenzialità e le risorse, in una prospettiva che guarda ad un futuro di autonomia e di persona adulta. Ricette delle nonne Recommended for you L’iter da seguire è quella di presentare un’istanza per l’accertamento della disabilità all’Inps, sarà infatti l’ASL competente, a redigere Il profilo di funzionamento (comprendente la diagnosi funzionale e il profilo dinamico funzionale), al fine di riconoscere, la minoranza fisica, psichica o sensoriale stabile e progressiva, e quindi la difficoltà del disabile nell’apprendimento, nelle relazioni sociali e nella sua integrazione. A dire il vero questo non è ancora delineato nella legge. Non di rado nelle scuole esistono prassi inadeguate riguardanti i colloqui tra docenti di sostegno e genitori. Un genitore puo' rifiutare il sostegno (a scuola) per il figlio? Salve sono un papà di una bambina disabile ho rifiutato l'insegnante di sostegno che è stata assegnata a mia figlia perché con alcuni suoi comportamenti ha dimostrato palesemente che non rispetta i pochi "privilegi" (l'insegnante li chiama così) che i disabili hanno. Se i genitori non sono d’accordo possono fare rinuncia? Erano arrivati a scuola per cominciare finalmente il nuovo anno con i compagni, ma l’insegnante di sostegno per loro non c’era. L'insegnante di sostegno è un docente specializzato nell'insegnamento a bambini e ragazzi con disabilità (fisiche, mentali, cognitive), disturbi comportamentali e dell'apprendimento.Segue gli allievi con bisogni educativi speciali con lezioni e attività adeguate all'età e alla tipologia e gravità della disabilità e accompagna il loro inserimento in classe. Gli insegnanti di sostegno assumono la contitolarità nelle classi in cui operano (comma 6).”. Il ragazzo, non mi dilungo sulla diagnosi, effettua solo lavori di incastro, accoppiamento e altro. L’insegnante di sostegno, è bene che svolga i compiti sotto elencati. INCONTRO CON I GENITORI L’insegnante di sostegno gestise i rapporti on la famiglia, ostruendo un rapporto di fidu ia e sam io, Accoglie l’alunno. I genitori dovranno solo comunicarlo alla scuola e all’Ufficio scolastico di apparenza. Forse, l’aspetto più difficile di questa relazione sono i genitori, che hanno tante aspettative rispetto ai loro figli e all’insegnante di sostegno, per cui se qualcosa non va bene è l’insegnante di sostegno a sbagliare. Marco, nome di fantasia, non ha combinato nulla di grave ma la scuola non può garantirgli l’insegnante di sostegno. Ma come nasce l’ insegnante di sostegno Foto: lindipendenza.com. La rinuncia al maestro di sostegno non fa perdere i benefici della legge 104. Tribunale di Ragusa - Proprietario OrizzonteScuola SRL - Via J. Legge 104 e assistenza invalidi 100%: come ottenere la qualifica di caregiver e il diritto a lavorare da casa. Riportiamo la domanda senza riferimenti a dati sensibili o geografici per rispetto della privacy. 7 ... di varia natura, e dei quali i genitori sembravano non occuparsi minimamente. I genitori quindi possono rinunciare ad una valutazione differenziata per il figlio ma devono essere a conoscenza del fatto che il mancato riconoscimento dell’alunno in stato di handicap, potrebbe comportare anche la bocciatura. Malati oncologici: tutele ed agevolazioni garantite dall’INPS, Bonus 1200 a chi ha assistito un disabile convivente: requisiti e compatibilità, Permessi 104 condivisi da più familiari: assistenza saltuaria e caregiver sostituto. Da ciò deriva che se la famiglia ha intenzione di sospendere o rinunciare al sostegno per il  figlio, ne ha pieno diritto e la scuola non può fare nulla in merito per impedirlo. COMPITI DEL BUON INSEGNANTE DI SOSTEGNO. Con il pei semplificato, anche se c’è da fare recupero, l’alunno ha diritto all’insegnante di sostegno, che può essere presente anche all’esame.di “PEI DIFFERENZIATO”: non permette il diploma, occorre il consenso sottoscritto dei genitori, questi si possono rifiutare di firmare. In questi casi dovranno inviare apposita  comunicazione all’istituto scolastico per conoscenza e all’USR di competenza. Corso con iscrizione e fruizione gratuite, Mappe concettuali, mentali e strutturali: come usarle nella didattica e come costruirle con i software – Corso con iscrizione e fruizione gratuite. E questo vale nella scuola così come nell’asilo nido. Se hai domande o dubbi, contattami: [email protected]“Visto il sempre crescente numero di persone che ci scrivono vi chiediamo di avere pazienza per la risposta, risponderemo a tutti.Non si forniscono risposte in privato.”, © Investireoggi.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Roma - Proprietario Investireoggi SRLs - Via Monte Cervialto 82 - 00139 Roma, Società iscritta al registro delle imprese di Roma – C.F./P.IVA 13240231004, Spero che lei mi possa aiutare a capire una cosa riguardo la, Scrivo per conto di una mia amica alla quale la scuola ha contribuito con insistenza per fare avere una. Alla scuola materna, elementare e media è prevista la figura dell’ insegnante di sostegno. L’integrazione di ogni bambino con disabilità o difficoltà all’interno della classe passa inevitabilmente attraverso l’azione e l’impegno degli insegnanti, sia di quelli ordinari che quelli di sostegno. L’insegnante di sostegno, infatti, è in tutto e per tutto il docente della classe in cui opera… Anzi, invitiamo in primis i genitori a non vivere l’assegnazione di un insegnante di sostegno come una vergogna ma, piuttosto, come un aiuto nell’interesse e nello sviluppo dei figli. Chi è l’insegnante di sostegno. Ricordiamo che l’Ordinanza Ministeriale del 21 maggio 2001, N°90, all’art.15, comma 5, stabilisce quanto segue: “Qualora un Consiglio di classe intenda adottare la valutazione differenziata di cui sopra, deve darne immediata notizia alla famiglia fissandole un termine per manifestare un formale assenso, in mancanza del quale la modalità valutativa proposta si intende accettata. L'insegnante di sostegno E' un insegnante specializzato, previsto dalla Legge 517/77, che viene assegnato, [b]in piena contitolarità con gli altri docenti, alla classe in cui è inserito il soggetto portatore di handicap [/b]per attuare "forme di integrazione a favore degli alunni portatori di handicap" e "realizzare interventi individualizzati in relazione alle esigenze dei singoli alunni" Assume la contitolarità delle sezioni e delle classi in cui opera. ACQUISTA. Questo libro è pensato per i ragazzi (primaria e secondaria di primo grado); rappresenta uno stimolo attuale per un dibattito con i genitori e a scuola. Cosa prevedono le norme? Premettiamo anche che il voler rispondere a questa richiesta di consulenza non rappresenta in alcun modo una condivisione delle critiche o delle accuse mosse al sistema scolastico e sanitario. "Le scuole private paritarie - spiega Nocera - sono obbligate ad accettare l'iscrizione degli alunni con disabilità, pena la perdita della parità ottenuta: da questo punto di vista mai possono rifiutare l'iscrizione". Rinunciare all’insegnante di sostegno per il proprio figlio: i genitori possono farlo? Dove viviamo si conoscono tutti , e vogliamo sapere se esiste un iter da seguire per annullare questa legge. Spetta all’Inps convocare i beneficiari di legge 104 per la revisione dinanzi alla commissione medica. Anni fa lo stesso medico ha firmato un certificato medico che mio figlio è affetto da 3 patologie ,tutto ciò senza aver fatto nessuna visita tramite Asl (soltanto una a pagamento nello studio suo privato). Il fatto è che nella Asl c’è un primario che viene contattato privatamente da mamme disperate perché pressate dalle maestre che pur di non fare il loro lavoro da insegnanti cercano aiuto dando il numero di cellulare del famoso medico che fa visite private. Cosa succede se i genitori rinunciano all’insegnante di sostegno. La rinuncia all’insegnante di sostegno non significa perdere i benefici della 104, infatti l’alunno disabile continuerà ad usufruire dei suoi diritti come ad esempio la formulazione del PEI e sarà il Consiglio di classe a valutarne le sue capacità e l’acquisizione degli obiettivi. Accoglie i genitori dell’alunno. Chi decide sull’assegnazione del docente di sostegno, la scuola o il genitore? (comma 5)”, “Gli insegnanti di sostegno assumono la contitolarità delle sezioni e delle classi in cui operano, partecipano alla programmazione educativa e didattica e alla elaborazione e verifica delle attività di competenza dei consigli di interclasse, dei consigli di classe e dei collegi dei docenti. Ho comunicato il tutto alla Dirigente sia verbalmente che per e-mail; ma la D.S. Permessi legge 104: spettano se il disabile è ricoverato? Supplenze in altre classi o nella stessa classe della cattedra di sostegno. Fatta questa premessa, rispondiamo al quesito di chi ci ha scritto. L’insegnante di sostegno ha una sua mission: deve cercare di facilitare il percorso del bambino a scuola. Ad esempio i genitori potrebbero preferire che il figlio abbia maggiore autonomia. Una volta accertata la condizione di disabilità, viene redatto il profilo di funzionamento (che include la diagnosi funzionale e il cd quadro dinamico-funzionale). L’insegnante di sostegno deve essere acuto osservatore di “anteprime”: quelle che si celebrano sotto i propri occhi ogni qual volta entra in rapporto e in relazione con soggetti in formazione. Nella eventualità che ci sia più di un allievo in una classe, le ore affidate in quella classe devono essere divise tra gli allievi oppure il totale delle ore è da considerarsi su tutti gli allievi? Un ragazzo di 3 anno è seguito da due colleghe di sostegno ed una educatrice, ovviamente le ore dell'educatrice non si sovrappongono mai alle ore dei docenti di sostegno. La normativa italiana è quindi a difesa e tutela degli alunni con disabilità, sta di fatto che sebbene l’insegnate di sostegno sia determinante come presenza nel processo di inclusione e formativo dell’alunno con handicap, può capitare che ci siano dei genitori che rifiutino la sua presenza. Con l’inizio del nuovo anno scolastico, viene spontaneo ai genitori chiedersi come ottenere l’insegnate di sostegno. Sin da quando è stata istituita la figura dell’insegnante di sostegno nelle scuole (L. 517/77 scuola dell’obbligo, L 270/82 infanzia, C.M. Dattilografia + ECDL: 1,60 punti per il personale ATA a soli 160€. In molte classi ci sono alunni con Disturbi Specifici dell’Apprendimento (DSA) che la legge n. 170/2010 prevede per la dislessia, la disortografia, la disgrafia e la discalculia. Detto questo veniamo alla questione, che ci limiteremo, ribadiamo, a trattare ai soli fini giuridici e normativi. RICEVIMENTO GENITORI Molti colleghi chiedono se si possono rifiutare di effettuare le ore di ricevimento dei genitori. Dallo scorso anno, la domanda per l’accertamento della disabilità in età evolutiva deve essere presentata all’Inps che dispone di un termine massimo di 30 giorni per rispondere. L’unico caso in cui uno studente con DSA può vedersi riconosciuto il diritto all’insegnante di sostegno si verifica quando il disturbo si presenta contestualmente ad altre patologie che rientrano nei casi previsti dalla legge n. 104/1992. L’insegnante di sostegno gestisce i rapporti con la famiglia, costruendo un rapporto di fiducia e scambio, mirato alla restituzione di una immagine dell’alunno che ne comprenda le difficoltà, ma soprattutto le potenzialità e le risorse, in una prospettiva che guarda ad un futuro di autonomia e di persona adulta. È persona handicappata colui che presenta una minorazione fisica, psichica o sensoriale, stabilizzata o progressiva, che è causa di difficoltà di apprendimento, di relazione o di integrazione lavorativa e tale da determinare un processo di svantaggio sociale o di emarginazione. L’ insegnante di sostegno è previsto nella scuola pubblica di ogni grado. Sulla 104 e l’insegnante di sostegno l’iniziativa può partire dalla scuola? Quanti allievi può avere una insegnante di sostegno, esiste un numero massimo ? In questo breve articolo si vuole fornire qualche cenno che risponda alla domanda se è possibile per i genitori rinunciare all’insegnante di sostegno o meno e relative conseguenze. L’insegnante di sostegno non è, come ho sentito dire all’inizio della mia carriera: “il professore dei malati”, il “tuttologo” o “il professore di serie B” bensì un professionista, motivato quanto e forse più dei colleghi, con competenze generali e specifiche, con professionalità acquisite dallo studio e sul campo. L’insegnante di sostegno, problematiche e competenze Bisogna avere la forza di cambiare le cose, e non sentirsi limitati, lamentarsi serve a poco, confrontarsi serve a tutti. Una volta effettuata l’iscrizione, con la presentazione alla scuola della certificazione rilasciata dalla ASL di competenza a seguito degli appositi accertamenti collegiali previsti dal Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 23 febbraio 2006 n. 185 e dalla Legge 104/92, comprensiva della Diagnosi Funzionale (DF), la scuola procede alla richiesta di personale docente. 5. Il sostegno alla famiglia L'insegnante specializzato per il sostegno può essere una fonte importante di aiuto e di supporto anche per la famiglia dell'alunno disabile, che ancora troppo spesso è da sola nel suo ciclo di vita. La Corte di Appello di Ancona con sentenza n. 455 del 25 ottobre 2005 ha accolto il ricorso di una docente assunta tempo determinato su un posto di sostegno … Infatti non esiste obbligatorietà in quanto l’insegnante di sostegno è un diritto della famiglia ma non un obbligo. Cosa prevedono le norme? Ma soprattutto non serve finire nel circolo dei supereroi “il mio compito è mediare, aiutare gli altri insegnanti che hanno da fare con tutta la classe…ecc.”. Possono svolgere la loro attività didattica sia da soli sia in co-docenza con l’insegnante teorico, in quanto in possesso sia di competenze teoriche che pratiche. Niente primo giorno di scuola per Marco (nome di fantasia), bambino con la sindrome di down di Pontedera, in provincia di Pisa. Ciò però non esclude che la scuola, in collaborazione con i genitori, possa valutare strategie per migliorare o superare le suddette patologie tramite interventi specifici e mirati. Si fa carico di raccogliere le informazioni pregresse. A tal proposito, ricordiamo che la suddetta legge definisce quanto segue: ” sono garantite attività di sostegno mediante l’assegnazione di insegnanti specializzati (comma 3)”, “Nella scuola secondaria di I e II grado sono garantite attività didattiche di sostegno…. Per l’art. 29 del CCNL fa parte delle attività funzionali OBBLIGATORIE inerenti la funzione docente al punto c) rapporti INDIVIDUALI con le famiglie. L’analisi di Tuttoscuola La mancanza di posti di sostegno sta diventando un problema che nemmeno i concorsi riusciranno interamente a risolvere. 262/88 secondaria II grado), secondo quanto stabilito dalla L. 104/92, non sono state poche le interpretazioni sul suo ruolo. Richiesta dell’insegnante di sostegno. L’insegnante di sostegno, docente contitolare della classe, in caso di presenza o assenza dell’alunno disabile non può essere impegnato in supplenze, in caso contrario si limiterebbe il diritto allo studio del disabile sancito dalla legge 104 e si violerebbe il principio di contitolarità innanzi citato. La normativa italiana riconosce il diritto all’insegnante di sostegno agli alunni in “stato di handicap” o “stato di handicap in situazione di gravità” che presentano i requisiti stabiliti dalla legge 104/1992. Ce lo chiede una lettrice che chiede consulenza in merito alla 104 per il figlio di un’amica, a loro parere condizionata e spinta dalla scuola. Diversa è poi la rinuncia ai benefici della 104, in questo caso l’alunno con disabilità sarà valutato alla stessa stregua dei suoi compagni. 3. L’insegnante di sostegno è un docente che ha il compito di facilitare l’apprendimento degli alunni a lui affidati. Beneficiari legge 104: a quale pensione anticipata possono accedere? Bisogna saper leggere i volti, gli sguardi, le mimiche, le espressioni, gli atteggiamenti, i movimenti e le loro sequenze, le vicinanze, le lontananze, i silenzi e i toni di voce. Lo scopo è quello di garantire il diritto allo studio e l’eguaglianza sociale di tutti i bambini, compresi coloro che presentano delle disabilità. Assegno disabile con legge 104 per un non familiare? La prima tappa per poterne fare richiesta consiste nel rivolgersi al Servizio di Neuropsichiatria infantile della vostra ASL di residenza. Soltanto voi genitori (o chi esercita le responsabilità genitoriali) potete avviare formalmente questo percorso. Sì, il PDP può senz’altro essere firmato dall’insegnante di sostegno se questo fa parte del Consiglio di Classe (ricordo che l’insegnante di sostegno non è “dell’alunno” ma è assegnato alla classe). 2. 12 e 13”. Ho letto le linee guida del Ministero che Lei gentilmente mi ha inviato, però non sono riuscita a trovare un articolo che autorizzi i genitori a rifiutare l'insegnante di sostegno, ho letto invece che la famiglia deve assumere un ruolo centrale nella definizione del progetto educativo del figlio. Che cosa dice la Legge. Sin da quando è stata istituita la figura dell’insegnante di sostegno nelle scuole (L. 517/77 scuola dell’obbligo, L 270/82 infanzia, C.M. Alla luce di attente osservazioni, è necessario che l’insegnante di sostegno agisca, nel contesto scolastico, per orientare il Consiglio di classe nella definizione di obiettivi finalizzati all’ acquisizione delle competenze nell’ autonomia personale e sociale dell’ allievo, per il suo futuro inserimento nel contesto sociale e lavorativo. Per legge, invece, non è così. A tali alunni, riconosciuti in “stato di handicap” o “stato di handicap in situazione di gravità” viene assegnato l’insegnante di sostegno. accertamento della disabilità in età evolutiva. Erroneamente molti credono che anche in questo caso spetti il sostegno. La figura dell’insegnante di sostegno è nata giuridicamente con il decreto del Presidente della Repubblica, come docente “specialista”, e si distingue dagli altri insegnamenti curriculari. In caso di ripensamento c’è modo di presentare rinuncia alla Asl? Il CCNL non prevede che vi sa un’ora 4. A volte pensano che possa fare miracoli, ma non può ottenere risultati impossibili. Adesso questa mia amica ha bisogno di sapere come può. Acquisto auto elettrica o ibrida con 104, agevolazione a metà: requisiti veicolo, Legge 104 diventa anche saltuaria per part time: novità sui permessi condivisi, Permessi legge 104 fruibile a ore, quando è possibile e come, Legge 104 e congedo a lavoro per chi assiste un disabile. conferma dello stato di handicap e disabilità: con proroga dei benifici; revoca dello stato di handicap o di gravità: con cessazione delle agevolazioni 104 a partire dal giorno seguente a quello del verbale della revisione. In caso di ritardi nel tempo di nomina dell’insegnante di sostegno, i genitori possono segnalare il disagio al Gruppo H del Provveditorato. Quello all’insegnante di sostegno è un diritto della famiglia e non un obbligo. L’insegnante di sostegno deve perciò possedere: Competenze teorico-pratiche nel campo della pedagogia e della didattica speciale; Competenze psico-pedagogiche sulle tipologie delle disabilità; Competenze nell’ambito della pedagogia della relazione d’aiuto; Conoscenze e competenze sulle modalità di interazione e di relazione educativa con gli alunni della classe promuovendo relazioni p Se il PDP non rispecchia più i bisogni educativi del ragazzo, occorre modificarlo: basta chiedere un … L’insegnante di sostegno può dare sostegno ai curricolari, come fa sempre. L’insegnante di sostegno è un facilitatore, ma se non partecipa alle fasi di programmazione delle discipline, come può facilitare le stesse? L’insegnante di sostegno è un insegnante specializzato che viene assegnato, in piena con titolarità con gli altri docenti, alla classe in cui è inserito l'alunno con certificazione di handicap per il quale è stato richiesto. Ricevi ogni sera nella tua casella di posta una e-mail con tutti gli aggiornamenti del network di A. Spataro 97100 Ragusa, Iscriviti alla newsletter di OrizzonteScuola, Come fare educazione civica Digitale: dagli ambienti digitali alle fake news, dal Sexting alla netiquette. Questi istituti hanno un margine di autonomia maggiore rispetto agli istituti pubblici. Le fiabe creano un universo parallelo nel quale i più piccoli possono sperimentare emozioni e pericoli , imparando come comportarsi. Non di rado nelle scuole esistono prassi inadeguate riguardanti i colloqui tra docenti di sostegno e genitori. I do umenti devono essere visionati all’interno dell’edifi io s olasti o (Presidenza) e non possono essere portati al di fuori di esso, neanche sotto forma di fotocopie. In caso di giustificazione, invece, l’Inps convocherà il soggetto in una seconda data disponibile. Piove sul bagnato. Spesso le scuole private sono anche di ispirazione religiosa. Se i genitori non sono d’accordo possono fare rinuncia? Gender Watch: Scuole in Olanda: i genitori possono rifiutare l'omosessualità Molto probabilmente Slob si riferiva a quelle scuole che la legislazione olandese definisce 'speciali', ossia, diremmo noi colloquialmente, private. Acquisto auto legge 104 per IVA agevolata al 4% come fare? Le condizioni di incapacità possono essere più o meno invalidanti e possono incidere in maniera assoluta o relativa sulla idoneità della persona a prendersi cura di se stessa. La legge [1] prevede che ciascuna scuola può realizzare attività integrative ed iniziative di sostegno nei confronti di quegli alunni che presentano particolari esigenze. per l’ Insegnante di sostegno La presente guida integra l’elenco degli adempimenti connessi all’insegnamento e ha lo scopo di informare gli insegnanti di sostegno che assumono servizio presso l’Istituto Comprensivo di Cermenate circa i compiti relativi allo svolgimento e al buon funzionamento del proprio intervento. Con il pei semplificato, anche se c’è da fare recupero, l’alunno ha diritto all’insegnante di sostegno, che può essere presente anche all’esame.di “PEI DIFFERENZIATO”: non permette il diploma, occorre il consenso sottoscritto dei genitori, questi si possono rifiutare di firmare. Siccome mi è capitato sia il primo che il secondo caso vorrei sapere quale scuola ha agito correttamente. Secondo la legislazione italiana ogni alunno con disabilità ha diritto all’insegnante di sostegno nella scuola di ogni ordine, dalla materna alle superiori. Per quanto riguarda le verifiche , il docente potrebbe coinvolgere l’insegnante di sostegno comunicando con anticipo tempi e modalità delle verifiche scritte e orali. 27 Novembre 2020 27 Novembre 2020 di Erica Rosano. Rinuncia alla 104 per il figlio e all’insegnante di sostegno: decidono i genitori o la scuola? L’insegnante specializzato per il sostegno ha più bisogno, rispetto ai colleghi curricolari, di conoscere norme e disposizioni, sia del suo ambito, che di quello di altre professioni (si pensi ad esempio alle norme in ambito SANITARIO o SOCIALE, legge 328/ 2000, che introduce il concetto di Progetto globale di vita e di Piano di zona).